mercoledì 29 febbraio 2012

i 5 film di febbraio

cara sally,
febbraio è (stato) il mese degli oscar: 4 dei 5 film di questo mese sono legati agli academy award (tutti visti religiosamente prima della prevedibile cerimonia di domenica scorsa).

the iron lady, di phyllida lloyd (uk - francia, 2011)
la dea del cinema nella parte di una stronza cerca di tenere in piedi un film mediocre...

extremely loud & incredibly close
(molto forte, incredibilmente vicino), di stephen daldry (usa, 2011)
letto il libro, film leggermente al di sotto delle aspettative. commovente, ma anche no

war horse, di steven spielberg (usa, 2011)
il più grande cineasta vivente si misura con il classico "filmone": ingenuo, ma perfetto

hugo (hugo cabret), di martin scorsese (usa, 2011)
ingrana quasi a metà, e vale la pena aspettare per una favola sorprendente e magica

tiny furniture, di lena dunham (usa, 2010)
commediuccia indie con autrice/protagonista/regista irresistibilmente vera e genuina

ai prossimi film!

p

4 commenti:

Lord ha detto...

Uff... io avevo grandi aspettative di questo Molto Forte bla bla bla...
Il libro mi era piaciuto molto, maledizione.

pepito ha detto...

un consiglio: non avere MAI grandi aspettative per un film tratto da un libro, soprattutto se l'hai già letto. io ce l'avevo più o meno fresco perché finito di leggere a novembre...

SPOILER

il film "snellisce" tutta la storia e lascia solo quella della chiave: oskar riesce ad essere più insopportabile di quanto non lo sia nel libro, manca il compagno di sua madre, manca il suo vicino di casa, la storia del nonno è appena accennata e manca del tutto il parallelismo dresda/nyc, la nonna dice 3 battute in tutto il film, ed è pieno di flashback di oskar col padre (interpretato da tom hanks, sennò lavorava poco), alcuni anche inventati.
in generale non è male, se non si è letto il libro, ma in ogni caso resta una produzione media, senza sforzi o guizzi particolari.

Lord ha detto...

Vabbè, già il fatto che c'è Tom Hanks, mi erano rotolate le palle per terra, ma avevo pensato "tanto il padre compare due volte in quattrocento pagine..." Niente quindi.

SardoAlto ha detto...

Caro, resto in argomento per condividere con te qualcosa di frivolo ed effimero, come piace a noi. Magari l'hai visto, magari no. Resta la mia urgenza di condivisione. Apprezzala o accettala :)

http://www.ilpost.it/2012/02/27/il-trailer-del-film-piu-bello-di-sempre/